Storia del nuovo cognome L’amica geniale Vol. 2 Italian Edition

#ad
Edizioni e/o #ad - L'amica geniale - volume secondo«capii che ero arrivata fin là piena di superbia e mi resi conto che – in buona fede certo, con affetto – avevo fatto tutto quel viaggio soprattutto per mostrarle ciò che lei aveva perso e ciò che io avevo vinto. Lila si è appena sposata ma, nell’assumere il cognome del marito, ha l’impressione di aver perso se stessa.

Meglio dunque abbandonarsi a lila ed Elena: conoscerle a fondo, riconoscersi sia nella tendenza alla conformità acquiescente sia nella caparbia determinazione a prendere in mano il proprio destino. Dell’amica geniale hanno detto:«È un libro che trabocca dall’anima come un’eruzione del Vesuvio».

Storia del nuovo cognome L'amica geniale Vol. 2 Italian Edition #ad - Il tutto sullo sfondo di una Napoli, di un’Italia che preparano i connotati allarmanti di oggi. Storia e forza della scrittura fanno tutt’uno al punto che ci pare sconveniente guastare al lettore il piacere di leggere sorprendendosi a ogni pagina. Titti marrone – il mattino«Ha il respiro lungo della memoria l’ultimo romanzo di Elena Ferrante».

Anna maria crispino – leggendaria«Se potessi tornare indietro, non lo leggerei, m’è piaciuto troppo». Marina vitale – Letteratu. It«un testo che va letto e riletto ma per farlo ancora più tuo lo si dovrebbe copiare e ricopiare». Chicca gagliardo – glamour«È un bellissimo Bildungsroman, anzi due, anzi più di due.

Cominciate a leggere e la scrittura vi catturerà.

#ad



Storia di chi fugge e di chi resta L'amica geniale Vol. 3 Italian Edition

#ad
Edizioni e/o #ad - L’amica geniale è una storia splendida e delicata di convergenze e colpi di scena». The new yorker«l’amica geniale è un libro che trabocca dall’anima come un’eruzione del Vesuvio». La repubblica «tutti dovrebbero leggere qualunque cosa porti la firma di Elena Ferrante». The boston globe «lukács una volta ha affermato che I promessi sposi di Manzoni è un’allegoria di tutta la storia italiana.

Aggredisce le smancerie borghesi e il decoro domestico, strappa via la pelle dalla consuetudine …. L'amica geniale - volume terzoelena e lila, le due amiche la cui storia i lettori hanno imparato a conoscere attraverso L’amica geniale e Storia del nuovo cognome, sono diventate donne. Allo stesso modo, la separazione e la riunione di due povere ragazze nella tragedia della loro città, Elena Ferrante trasforma l’amore, un luogo bello e straziante».

Storia di chi fugge e di chi resta L'amica geniale Vol. 3 Italian Edition #ad - The new york times«i personaggi femminili di Elena Ferrante sono vere e proprie opere d’arte». El país. Ambedue hanno provato a forzare le barriere che le volevano chiuse in un destino di miseria, ignoranza e sottomissione. Ora navigano, sempre unite da un legame fortissimo, con i ritmi travolgenti a cui Elena Ferrante ci ha abituati, nel grande mare aperto degli anni Settanta, di tensioni e sfide fino ad allora impensabili, ambivalente, uno scenario di speranze e incertezze, a volte sotterraneo a volte riemergente in esplosioni violente o in incontri che aprono prospettive inattese.

Elena ferrante potrebbe essere la migliore scrittrice contemporanea di cui abbiate mai sentito parlare». The economist «elena Ferrante ha scritto romanzi straordinari, lucidi, indubbiamente schietti ….

#ad



Storia della bambina perduta L'amica geniale Vol. 4 Italian Edition

#ad
Edizioni e/o #ad - Intanto la storia d’italia e del mondo si srotola sullo sfondo e anche con questa le due donne e la loro amicizia si dovranno confrontare. Assieme ai precedenti “capitoli” di questa straordinaria storia – L'amica geniale, Storia del nuovo cognome, Storia di chi fugge e di chi resta – questo quarto conclusivo volume costituisce un’opera letteraria incredibilmente feconda e ispiratrice, un’opera riconosciuta internazionalmente come una delle massime del nostro tempo.

Nulla di ciò che leggiamo a proposito dell’opera di elena Ferrante ci prepara alla ferocia dei suoi romanzi… Narrano una storia di donne con tale sincerità che, più che osservare una vita, sembra quasi di sperimentarla in prima persona». The new york times «elena ferrante è una delle grandi scrittrici dei nostri tempi: voce piena di passione, meravigliosi romanzi, ampi orizzonti e sguardo implacabile… In questi audaci, la Ferrante delinea le profonde connessioni che intercorrono tra la dimensione politica e quella personale.

Storia della bambina perduta L'amica geniale Vol. 4 Italian Edition #ad - Elena è diventata una scrittrice affermata, si è sposata e poi separata, ha lasciato Napoli, ha avuto due figlie e ora torna a Napoli per inseguire un amore giovanile che si è di nuovo materializzato nella sua nuova vita. Ambedue hanno lottato per uscire dal rione natale, una prigione di conformismo, violenze e legami difficili da spezzare.

La sua è una rappresentazione nuova del nostro attuale modo di vivere – una rappresentazione di cui abbiamo fortemente bisogno – presentata in maniera geniale, da una donna». The new york times sunday book review «la profonda comprensione che Elena Ferrante dimostra nei confronti dei conflitti e degli stati psicologici dei suoi personaggi è impressionante… I suoi romanzi suonano così sinceri e sono scritti con tale empatia da sembrare quasi una confessione».

Mi irritano gli ostacoli – il mio lavoro, gli incontri in metropolitana – che rischiano di tenermi lontana dai suoi libri.

#ad



L'amica geniale Italian Edition

#ad
Edizioni e/o #ad - E infatti non finisce. L’autrice scava intanto nella natura complessa dell’amicizia tra due bambine, il modo di influenzarsi reciprocamente, seguendo passo passo la loro crescita individuale, tra due ragazzine, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero, tra due donne, robusto.

O, porta compiutamente a termine in questo primo romanzo la narrazione dell’infanzia e dell’adolescenza di Lila e di Elena, per dire meglio, ma ci lascia sulla soglia di nuovi grandi mutamenti che stanno per sconvolgere le loro vite e il loro intensissimo rapporto. Narra poi gli effetti dei cambiamenti che investono il rione, l’Italia, Napoli, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame.

La storia si dipana nei volumi successivi, la maturità, per raccontarci la giovinezza, la vecchiaia incipiente delle due amiche. Godiamoci dunque anche questo altro tratto, l’attesa del seguito, la speranza, tra le tante amarezze di oggi, che è costitutivo del vero lettore: il piacere assaporato e poi dilazionato, di un po’ di dolce nel prossimo futuro.

L'amica geniale Italian Edition #ad - Buona lettura, Gli editori. L’autrice abbandona la piccola, quella tra lila cerullo ed Elena Greco, densa storia privata e si dedica a un vasto progetto di scrittura che racconta un’amicizia femminile, dall’infanzia a Napoli negli anni Cinquanta del secolo scorso fino a oggi. L’amica geniale comincia seguendo le due protagoniste bambine, tra le quinte di un rione miserabile della periferia napoletana, e poi adolescenti, tra una folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità.

L’amica geniale - volume primoCare lettrici, cari lettori, provate a leggere questo libro e vorrete che non finisca mai. Elena ferrante, a spiazzarci, regalandoci una narrazione-fiume cui ci si affida come quando si fa un viaggio con un tale piacevole agio, torna a sorprenderci, con il suo nuovo romanzo, con un tale intenso coinvolgimento, che la meta più è lontana e meglio è.

#ad



La vita bugiarda degli adulti Italian Edition

#ad
Edizioni e/o #ad - Ma le cose stanno proprio così? e in quale specchio bisogna guardare per ritrovarsi e salvarsi? La ricerca di un nuovo volto, e quella di sotto, che s’è attribuita una maschera fine, che si finge smodata, oscilla tra due Napoli consanguinee che però si temono e si detestano: la Napoli di sopra, dopo quello felice dell’infanzia, triviale.

. Il bel viso della bambina Giovanna si è trasformato, sta diventando quello di una brutta malvagia adolescente. Crescere per diventare cosa, per assomigliare a chi?Il nuovo romanzo di una scrittrice amata in tutto il mondo. Tutto — gli spazi di napoli, la luce blu di un febbraio gelido, quelle parole — è rimasto fermo.

La vita bugiarda degli adulti Italian Edition #ad - La frase fu pronunciata sottovoce, nell’appartamento che, i miei genitori avevano acquistato al Rione Alto, appena sposati, in cima a San Giacomo dei Capri. Giovanna oscilla tra alto e basso, su o giù, ora precipitando ora inerpicandosi, disorientata dal fatto che, la città pare senza risposta e senza scampo.

L'estratto«due anni prima di andarsene di casa mio padre disse a mia madre che ero molto brutta. Io invece sono scivolata via e continuo a scivolare anche adesso, nemmeno chi in questo momento sta scrivendo, dentro queste righe che vogliono darmi una storia mentre in effetti non sono niente, niente che sia davvero cominciato o sia davvero arrivato a compimento: solo un garbuglio che nessuno, sa se contiene il filo giusto di un racconto o è soltanto un dolore arruffato, niente di mio, senza redenzione».

#ad



Cronache del mal d'amore Dal mondo Italian Edition

#ad
Edizioni e/o #ad - Alice seboldsulla figlia oscura:«Il romanzo di Elena Ferrante è strepitoso». Undici anni dopo nel 2002 uscì i giorni dell'abbandono, opera meno oscura sebbene altrettanto cupa e di grande impatto; una peripezia di disamore solitudine e disperazione senza un briciolo di sentimentalismo senza una pagina superflua.

Dall'introduzione di edgardo DobrySull’Amore molesto:«Una storia sofisticata e complessa, crudele e intelligente». Dacia maraini«il grande libro su Napoli l’ha scritto Elena Ferrante». Franco cordelli, corriere della Sera«Una qualità alta, sorprendente». I primi tre romanzi di elena ferrante in un unico prezioso volumeL'amore molestoI giorni dell'abbandonoLa figlia oscura«Ammirazione stupore e incredulità destò nel 1991 l'uscita dell'Amore molesto.

Cronache del mal d'amore Dal mondo Italian Edition #ad - Nel 2006 fu pubblicato un terzo romanzo La figlia oscura, incentrato sui rapporti tra una madre e le sue due figlie». The new york times«ho letto questo romanzo in un giorno, obbligandomi a prendere respiro come fa un nuotatore. I giorni dell’abbandono è stellare». Concita de gregorio, D/La Repubblica«Una formidabile scrittura».

Pubblico e critica tornarono a mostrarsi ancora più ammirati ed entusiasti. Marina terragni e luisa Muraro, Io donna/Corriere della Sera. Antonio d’orrico, sette/corriere della Sera«La voce rabbiosa, torrenziale di questa autrice è qualcosa di raro».

#ad



I leoni di Sicilia Italian Edition

#ad
Casa Editrice Nord #ad - Una famiglia che è diventata leggenda. Il romanzo italiano che ha conquistato il mondo«Da tempo non leggevo un romanzo così: grande storia e grande letteratura. Una famiglia che ha conquistato tutto. Stefania auci ha scritto un romanzo meraviglioso, indimenticabile. Nadia terranova«il romanzo intreccia le vicende storiche con la vita privata dei Florio, trasportando il lettore in un mondo affascinante di forti personalità.

La lettura corriere della Sera«Una famiglia da leggenda. Le vicende e i sentimenti umani sono sorretti da una scrittura solida, matura, piena di passione e di grazia. E ci riescono: in breve tempo, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo… in tutto ciò, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, poi avviano il commercio di zolfo, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, prende in mano Casa Florio, inarrestabile: nelle cantine Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», lo slancio continua, figlio di Paolo, «facchini» il cui «sangue puzza di sudore».

I leoni di Sicilia Italian Edition #ad - A essere i più ricchi, i più potenti. Un appassionante spaccato di storia pubblica, privata e di costume. Vanity fair«storie d'amore, di sogni, tradimenti e fatica in un romanzo che vibra di vita.

#ad



The Story of a New Name: Neapolitan Novels, Book Two

#ad
Europa Editions #ad - Love, family, freedom, jealousy, commitment, and above all friendship: these are signs under which both women live out this phase in their stories. With the neapolitan quartet she has given her readers an abundant, generous, and masterfully plotted page-turner that is also a stylish work of literary fiction destined to delight readers for many generations to come.

Yet the two young women share a complex and evolving bond that is central to their emotional lives and is a source of strength in the face of life's challenges. Marriage appears to have imprisoned Lila, and the pressure to excel is at times too much for Elena. Now an hbo series, and generous-hearted family epic by italy’s most beloved and acclaimed writer, intense, Elena Ferrante, the follow-up to My Brilliant Friend in the New York Times bestselling Neapolitan quartet about two friends growing up in post-war Italy is a rich, “one of the great novelists of our time.

The Story of a New Name: Neapolitan Novels, Book Two #ad - Roxana robinson, meanwhile,  the new york timesin the story of a New Name, Lila has recently married and made her enterée into the family business; Elena, continues her studies and her exploration of the world beyond the neighborhood that she so often finds stifling. In these neapolitan novels, elena ferrante, the acclaimed author of The Days of Abandonment, gives readers a poignant and universal story about friendship and belonging.

Ferrante is one of the world’s great storytellers.

#ad



La forma dell'acqua Il commissario Montalbano Vol. 1 Italian Edition

#ad
Sellerio Editore #ad - Ma l'acqua non ha forma!" dissi ridendo: "Piglia la forma che le viene data"». Il primo omicidio letterario in terra di mafia della seconda repubblica - un omicidio eccellente seguito da un altro, secondo il decorso cui hanno abituato le cronache della criminalità organizzata - ha la forma dell'acqua «"Che fai?" gli domandai.

Qual è la forma dell'acqua?". Prende la forma del recipiente che lo contiene. E lui, a sua volta, mi fece una domanda. Ma la sua sostanza il colpevole, più resistente, le circostanze dell'assassinio è più antica, il movente, forse di maggior pessimismo: più appassionante per un perfetto racconto poliziesco.

La forma dell'acqua Il commissario Montalbano Vol. 1 Italian Edition #ad - E la morte dell'ingegnere luparello si spande tra gli alambicchi ritorti e i vasi inopinatamente comunicanti del comitato affaristico politico-mafioso che domina la cittadina di Vigàta, anche dopo il crollo apparente del vecchio ceto dirigente. Questa è la sua forma.

#ad



L'ospite del villaggio Italian Edition

#ad
#ad - Nel villaggio dei pescatori approda un ospite misterioso. Proprio nel momento in cui le cose sembrano girare nel verso giusto, accadono degli avvenimenti inaspettati e collegati all'ospite del villaggio. Tuttavia, riesce a guadagnarsi la fiducia di un vecchio Capitano di pescherecci che decide di dargli una mano, seppur con le dovute riserve.

L'uomo non sembra molto propenso a parlare del proprio passato. La sua presenza desta da subito preoccupazione.

#ad



I giorni dell'abbandono Tascabili e/o Italian Edition

#ad
Edizioni e/o #ad - Alice sebold, autrice di Amabili resti. Comincia a questo punto una caduta rovinosa che mozza il respiro, un racconto che cattura e trascina fino al fondo più nero, più dolente dell’esperienza femminile. La voce rabbiosa, torrenziale di questa autrice è qualcosa di raro». I giorni dell’abbandono è stellare».

The new york times«ho letto questo romanzo in un giorno, obbligandomi a prendere respiro come fa un nuotatore. Una donna ancora giovane, serena e appagata, tutt’altro che inattiva nel cerchio sicuro della famiglia, viene abbandonata all’improvviso dal marito e precipita in un gorgo scuro e antico.

I giorni dell'abbandono Tascabili e/o Italian Edition #ad - Rimasta con i due figli e il cane, dalla tranquilla torino dove si è trasferita da qualche anno, è risucchiata tra i fantasmi della sua infanzia napoletana, profondamente segnata dal dolore e dall’umiliazione, Olga, che si impossessano del presente e la chiudono in una alienata e intermittente percezione di sé.

#ad